Come prendersi cura della borraccia

Tutto l'occorrente necessario per pulire a fondo la borraccia
Come curare l’igiene della propria borraccia

Come per ogni oggetto bello, pratico, funzionale che si rispetti, anche per la borraccia c’è bisogno di cura per la sua perfetta conservazione, e per essere certi che continui a regalarci il massimo della prestazione nel corso degli anni. L’attenzione per la sua pulizia, igiene e manutenzione, anche in caso di inutilizzo per un periodo lungo, deve essere sempre costante ed accurata, al fine di evitare inadeguatezze che potrebbero pregiudicarne l’efficacia.

Ecco perché è fondamentale, sia per quelle che abbiamo capito essere le migliori in assoluto, cioè le borracce in acciaio inox, sia per tutti gli altri tipi di contenitori ecologici, saperli trattare con cura, per rese più durature e per essere sempre al sicuro da germi, depositi e residui in genere. Non dimentichiamoci, infatti, che, nel loro interno, trattandosi di un ambiente costantemente umido e oscuro, può essere favorito il proliferare di una intensa quantità di batteri dannosi, scongiurabile comunque con le quotidiane regole di pulizia ed igiene.

Ma, anche in questo caso, voglio andare con ordine, e proporvi una breve ma efficace mini guida relativa ai suggerimenti per igienizzare la vostra “bottiglia ecologica” alternativa alla borraccia in plastica che, vi assicuro, non vi porteranno via troppo tempo e, invece, vi regaleranno sempre risultati efficaci e sicuri.

Sciacquare la borraccia sotto l’acqua non basta

É necessario seguire alcuni accorgimenti per evitare la proliferazione di batteri potenzialmente pericolosi per la nostra salute.

Come pulire la borraccia in vetro

Fondamentalmente, considerando le tre tipologie di borracce ecologiche più diffuse che vi ho sin qui presentato, non esistono differenze sostanziali per la loro pulizia, se non legate ad eventuali accessori che le compongono e le completano, come tappi, coperture o custodie. Quello che è chiaro è che una semplice sciacquata non basta. Nella borraccia in vetro, poi, il calcare che potrebbe sedimentarsi sul fondo e sulle pareti della vostra bella borraccia trasparente, rischierebbe così di essere sempre più evidente, incrostandosi ad ogni mancato lavaggio, bevuta dopo bevuta.

Ecco perché è importante utilizzare sempre uno scovolino per bottiglie, pratico, funzionale ed economico, utilissimo per una pulizia accurata in ogni parte della borraccia, ed ancor più adeguato soprattutto se il suo “collo” si presentasse molto stretto per consentire di raggiungere il fondo con la classica spugnetta lavapiatti. Naturalmente, con questo semplice attrezzo, potete utilizzare il vostro usuale detersivo per stoviglie, senza esagerare perché, ve lo ricordo, anche il suo abuso inquina i mari e gli oceani del nostro pianeta e, dunque, l’azione di salvaguardia dell’ecosistema ambientale deve proseguire in ogni nostro gesto!

Come pulire la borraccia in alluminio

Vi ho appena ricordato che potrebbe essere facile contaminare le borracce riutilizzabili con alghe e microorganismi, in caso di pulizia non efficace, poiché l’umidità rappresenta un campo favorevole per invisibili muffe, alghe, funghi. Anche nell’alluminio, quindi (o, forse, direi addirittura soprattutto con questo elemento), la cura della borraccia deve essere particolarmente accurata e periodica.

Fermo restando che il passaggio con lo scovolino è appropriato pure in questo caso, vi consiglio di non pulirla con sostanze o prodotti acidi, per esempio con il succo di limone o l’aceto, magari con l’idea di “disinfettarla”, così come è da escludere il bicarbonato, che non deve, in assoluto, essere mai utilizzato per la pulizia di pentole o altri attrezzi da cucina in alluminio. Si tratta, infatti, di una sostanza totalmente alcalina e, tale caratteristica, reagirebbe con l’alluminio causandone la perdita di brillantezza, annerendo la nostra bella borraccia.

Utilizziamo, dunque, prodotti delicati, possibilmente neutri e, se l’avete, potete anche fare un passaggio in lavastoviglie, ovviamente togliendo tutte quelle parti a corredo in altri materiali in cui non è consentito il lavaggio a macchina ad alte temperature, controllandone sempre la possibilità, in base alle caratteristiche solitamente riportate sulla confezione.

Alcune borracce hanno un tappo in plastica con un beccuccio che permette di bere senza svitare il tappo. Va dedicata molta importanza anche alla pulizia di questi elementi, perchè proprio li si potrebbe sedimentare calcare e batteri, quindi necessitano di una pulizia più accurata.

Come pulire la borraccia in acciaio inox

E veniamo, come già vi ho illustrato nel percorso sin qui svolto, al top delle borracce, quella in acciaio inossidabile. Ricorderete che questa tipologia può essere adatta per contenere qualsiasi liquido, anche grasso, piuttosto che acido, ovviamente oltre alla classica acqua. Questo significa, però, che, ad ogni cambio di bevanda, la borraccia in acciaio deve essere ben pulita, senza che venga preservato alcun residuo del precedente contenuto che potrebbe, peraltro, modificare anche la temperatura, dato che parliamo delle borracce isotermiche per eccellenza.

Anche in questo caso, un ottimo metodo è il lavaggio in lavastoviglie, ma è chiaro che non tutti possiedono questa macchina domestica e, pertanto, vi propongo l’alternativa manuale più efficace, considerando che l’acciaio, come vi ho già detto, è completamente inattaccabile da ogni tipo di sostanza, di cui non assorbe nessun odore. Ecco perché, quindi, in questo caso, come metodo naturale, al posto del classico detersivo per i piatti, possono essere usati l’aceto bianco o il bicarbonato di sodio. La stessa cura nella pulizia va dedicata anche al tappo ed alla filettatura.

Nel primo caso, il mio consiglio è di inserire per circa 1/5 della capacità l’aceto, terminando di riempire la borraccia con acqua fresca, lasciando agire questa miscela almeno tutta la notte. Il mattino seguente, dopo aver svuotato il contenitore, sarà sufficiente sciacquarlo più volte solo con acqua, capovolgendolo al termine di questa semplice operazione sullo scolapiatti, attendendo pazientemente che l’aria svolga la sua azione di asciugatura naturale.

Per quanto riguarda il bicarbonato, vi suggerisco di seguire praticamente la stessa metodologia, inserendone un cucchiaio da cucina raso nella borraccia che andrà poi riempita d’acqua e lasciata riposare, anche in questo caso, tutta una notte, seguendo poi, la mattina, l’identica procedura di risciacquo ed asciugatura.

Tra l’altro, fra le borracce di acciaio, sul mercato sono presenti modelli, specie quelli di nuova produzione, con il fondo removibile. Tale caratteristica consente, ovviamente, di accedere con maggiore facilità alla parte inferiore, svitandola e consentendo quindi una pulizia più facile ed immediata dell’interno, con evidente vantaggio rispetto, per esempio, ad un modello con un’apertura stretta.

Detto questo…

Credo di avervi fornito suggerimenti pratici e semplici da seguire per quelle che, ve lo ricordo, devono comunque essere pratiche di igienizzazione quotidiane della vostra borraccia, di qualunque tipologia l’abbiate scelta.

Continuo a sottolinearvi che è preferibile l’acciaio, e vi ho anche dimostrato quanto sia facile da preservare e pulire, al fine di conservarne le ottime qualità e la sua particolare lucentezza che lo rende, oltre che funzionale, anche bellissimo da vedere.

Infine, ho voluto fornirvi, oltre ai classici metodi di pulizia, con detersivi industriali e lavastoviglie, anche procedimenti naturali, un po’ come facevano le nostre nonne quando tutto era meno commerciale e più “ruspante”… Diciamo che, anche nella cura della mia borraccia, dunque, preferisco mantenere la linea di salvaguardia dell’ambiente, cercando di non utilizzare prodotti che potrebbero, alla lunga, inquinare il mare e non solo.

Ecosostenibilità a 360°, per sperare in un mondo più sano e pulito, sempre. 

Ultimi trucchetti per la pulizia

Scovolino per la pulizia interna delle Borracce
Scovolino per la pulizia interna delle Borracce

Solitamente, le aziende produttrici di borracce più all’avanguardia, nel packaging includono anche un piccolo scovolino in plastica adatto alla pulizia della borraccia. Se non ci dovesse essere, puoi utilizzare il classico scovolino per le bottiglie. Se non ne hai uno ti consiglio questo qui che può esserti utile in futuro per la pulizia di diversi tipi di bottiglie borracce e caraffe.

Sfere in acciaio per la pulizia delle bottiglie e borracce
Sfere in acciaio per rimuovere le incrostazioni di calcare presenti nella borraccia

Un’altra soluzione molto interessante per pulire per bene anche fondo della borraccia è l’utilizzo di queste sfere in acciaio. L’utilizzo è semplicissimo, basta inserire le sfere nella borraccia o bottiglia da pulire, aggiungere anche l’acqua e la sostanza pulente diluita(che può essere detersivo o aceto, a seconda del materiale di cui è composta la nostra borraccia). Fatto questo con la semplice rotazione, le sfere di acciaio andranno a scrostare tutti i sedimenti accumulati con l’utilizzo.

Sono acquistabili qui e sono l’ultimo ritrovato per la pulizia delle borracce e bottiglie.